Il Picnic della Scienza è la fortunata combinazione di una serie di esperimenti e dimostrazioni scientifici tra i più belli delle nostre lezioni di biologia, chimica, fisica e matematica, condotti in modo magistrale da studenti e dottori di ricerca della Macroarea di Scienze dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

Si tratta di otto postazioni situate sotto gli alberi dell’area verde della Macroarea di Scienze, corredate da sedie, tavoli e tutto l’occorrente per le singole lezioni: qui presso ognuna di queste aule open air, sostano le singole classi per poi spostarsi ogni trenta minuti, da una postazione all’altra, secondo un percorso/schema che diamo agli insegnanti.
Un vero e proprio happening scientifico di una giornata, dalle ore 10:00 alle ore 15:00. fruibile a partire dagli alunni di Terza Elementare agli studenti di Terza Media.

Il Picnic della Scienza è garanzia di un’alta qualità di divulgazione scientifica accompagnata da una perfetta macchina organizzativa, entrambe sperimentate e consolidate durante le molte repliche effettuate.

  • Durata: 5 ore – ridotto 3 ore

  • Presso: la Macroarea di Scienze

  • Produzione: Scienza&Scienze di Roberto Mancini

Esperimenti - Postazioni - Laboratori

Acidi e Basi

Definiti il concetto e la differenza tra acidi e basi, si entrerà subito nel gioco e, formate due squadre, i concorrenti dovranno trasformarsi in provetti chimici e collocare le diverse sostanze nella giusta categoria. Sarà poi la cartina di tornasole ad indicare loro, non solo chi ha vinto, ma soprattutto cosa è il pH e quanto sia importante nella vita di tutti i giorni.
Ma perché limitarci alla cartina tornasole? All’interno delle nostre cucine esistono liquidi e polveri misteriose che cambiano di colore a seconda dell’acidità delle sostanze che incontrano. Ed allora, con un po’ di magia chimica, gli studenti scopriranno cosa sono gli INDICATORI e a cosa servono. Quindi, nessun acido o base potrà più sfuggirgli!

Il Colore delle Foglie

L’estate cede il passo all’autunno, ed eccoci immersi nei caldi colori della natura. Ci tufferemo nel policromo viaggio della cromatografia che ci insegnerà l’importanza del meraviglioso fenomeno della fotosintesi clorofilliana. Scopriremo quanti pigmenti sono nascosti in un’unica foglia , li separeremo con cura e capiremo la loro grande importanza. Dolci zollette di zucchero si riempiranno di acqua colorata per insegnarci la potenza della capillarità. Vedremo infine l’incantevole sbocciare di una ninfea di carta che concluderà il nostro sorprendente viaggio.

La Cellula

Un condensato sulla parte più piccola di ogni essere vivente: la cellula, sia animale che vegetale.

Microscopi, piastre ed esperimenti sensazionali qui.

Grande Freddo

Si presenta allo stato liquido: che sia acqua? Fuma: che sia acqua calda? Invece, è un gas, il più presente tra quelli che respiriamo (78%): è azoto liquido. Come dimostrarlo! Grazie a questo gas che abbiamo portato ad una temperatura bassissima (- 195°C), in questa effervescente postazione potremo osservare come reagiscono la materia vivente e quella non vivente, la differenza tra un sistema aperto e un sistema chiuso.

La Luce

Il meglio dei nostri esperimenti di fisica sulla luce.

Statica

Tutto ciò che ci circonda è sottoposto a delle forze che determinano il movimento, l’equilibrio e la deformazione dei corpi. Non possiamo vederle, ma vediamo i loro effetti. Come si determina l’equilibrio di un corpo? È possibile tenere in equilibrio su una punta una figura irregolare? Esiste un metodo scientifico che ci permette di riuscirci in pochi secondi? Ci troveremo in un vero e proprio cantiere dove costruendo un arco osserveremo come agiscono le forze all’interno della struttura e, una volta terminata la costruzione, verificheremo la sua stabilità camminandoci sopra. È possibile sollevare grandi pesi con una forza infinitamente piccola? Archimede disse: “Datemi un punto d’appoggio e vi solleverò il mondo”. Giocheremo con una bilancia a due bracci che ci permetterà di comprendere la famosa affermazione del geniale Archimede.

Colture in-vitro

Ideata dalla prof.ssa Antonella Canini, direttore del Dipartimento di Biologia e dei Laboratori del Centro di Conservazione del Geroplasma dell’Orto Botanico della Macroarea di Scienze, questa lezione offre agli studenti interessanti esercitazioni che consentono di apprendere diversi protocolli e metodiche utilizzati nelle tecniche di colture in-vitro tra cui:

  • preparazione di terreni minerali agarizzati, e non, per la coltivazione in-vitro di specie vegetali
  • sterilizzazione di semi o altri tessuti vegetali scelti per la coltura
  • metodiche tecniche per lavorare in sterilità utilizzando una cappa flusso laminare orizzontale
  • trasferimento di piante in ambiente sterile

La Miscibilità

Perché l’acqua si mescola con il vino e con l’aranciata ma non si mescola né con l’olio né con la benzina? Vino, olio, benzina, acqua non sono forse tutti liquidi? Ma in chimica c’è una regola: il simile scioglie il simile.
Lo scopo di questa dimostrazione è quello di verificare la polarità di alcune sostanze e determinare la loro miscibilità.
E non solo: un esperimento per essere esatto deve essere sempre riproducibile, cioè se i due diversi esecutori otterranno lo stesso risultato.

Il Principio di Archimede

Come fece Archimede a risolvere il problema della corona taroccata che assillava Gerone, tiranno di Siracusa? Cos’è la spinta che riceve un corpo quando è immerso in un fluido? Perché un corpo galleggia ed un altro affonda? Concetti di peso, massa, densità e peso specifico. Grazie all’utilizzo della bilancia idrostatica spieghiamo con un metodo comprensibile a tutti perché un foglio di alluminio affonda ed una gigantesca petroliera è in grado di solcare gli oceani.

Fuoco e Fiamme

Che sia merito del titano Prometeo che ce ne fece dono dopo averlo rubato agli dei, o di un ominino che circa due milioni di anni fa riuscì a governarlo?
Di certo, è solo nel 1783 e grazie a Lavoisier che l’uomo ha capito cosa è  e come si genera il fuoco.
Se il combustibile può variare, il comburente è soltanto lui: l’ossigeno, senza il quale nessuna fiamma può esistere.
Vogliamo parlare di anidride carbonica? Conoscete il giochino della candela che si spegne da sola?
Se tutto questo non bastasse, riaccenderemo i vostri entusiasmi con i saggi alla fiamma.

Dimenticando Adamo

La lezione nasce da una importante mostra di Paleontologia umana  ideata dalla professoressa Olga Rickards di Antropologia Molecolare della Macroarea di Scienze, e ripercorre la storia dell’evoluzione dell’uomo fino al sorgere e alla diffusione della nostra specie Homo sapiens.
Seguendo un percorso didattico-esplicativo basato sui calchi dei reperti più famosi relativi alle varie tappe degli ominidi, vengono mostrate le modificazioni che hanno portato, nell’arco degli ultimi 6 milioni di anni, all’uomo attuale, riservando un’attenzione particolare all’Uomo di Neanderthal.

Matematica

Una serie di lezioni interattive che vi faranno letteralmente dare i numeri.

Gravità

Isaac Newton scoprì che la gravità è la forza responsabile della caduta di una mela dall’albero e del fatto che uomini ed animali restano sulla superficie del nostro pianeta in rotazione senza essere scagliati via. Questa forza che fa cadere tutto verso il terreno regola anche la maggior parte dei processi in astrofisica: il moto della Luna attorno alla Terra, quello dei pianeti attorno al Sole, la nascita delle stelle e la loro incredibile morte. Partendo da semplici osservazioni della quotidianità, ripercorriamo la storia della gravità, dalla gravitazione universale di Newton fino allo spazio-tempo di Einstein: un incredibile viaggio nel tempo e nello spazio alla scoperta del nostro universo, qui simulato con un telo sul quale gravitano le biglie/corpi celesti.

La Molecola dell'Acqua

L’unica formula chimica conosciuta da quasi tutte le persone che abitano su questo pianeta. Dopo un breve ma molto esplicativo viaggio intorno a concetto di materia (molecola e atomo), agli studenti verrà dimostrato scientificamente (grazie alla Macchina di Hoffman) e in modo interattivo che ACCADUEO sta proprio a significare che il numero di atomi di idrogeno è esattamente il doppio di quelli di ossigeno. Quale è il comburente? Quale il combustibile?

Ottica

Il meglio dei nostri esperimenti di fisica sull’ottica.

Ossidoriduzioni

Che brutta parola, ma che bella reazione! Una piastra elettrica (l’energia non può mancare), un po’ d’acqua distillata (fondamentale), qualche grammo di indigo carmina (il ladro di elettroni), il glucosio (una miniera di elettroni), un po’ di soda (il nostro catalizzatore), tre becher (altrimenti dove?), un termometro (la temperatura deve essere quella giusta) ed ecco che si può iniziare con il Semaforo chimico, un esperimento bellissimo che da vent’anni affascina intere scolaresche.

Udito e Vista

In questa postazione vi parliamo di due tra i più interessanti sensi: la vista e l’udito.
Che cosa sapremmo del mondo senza la vista? Come ci comporteremmo se fossimo privati dell’udito?
Un viaggio attraverso le singole parti che formano l’occhio e l’orecchio, accompagnato da varie dimostrazioni per approdare infine ad una incontestabile verità: ancora una volta è il nostro cervello e solo lui il vero direttore di orchestra che ci permette di vedere e sentire. E non solo.

La Dolce Chimica

Nutella, che sublime alimento – ma c’è tanto zucchero, che tormento! – Il riso integrale è così salutare – ma quanta tristezza sento aumentare. – Dunque a tavola: gusto o benessere? – Come dice Amleto, questo è il dilemma! – Dolce chimica dammi le tessere – e suggerisci a me lo stratagemma – Parlando di zuccheri e glicemia – vi condurrò tutti sulla retta via. – Il pancreas non va in confusione – rilasciando il giusto glucagone. Voglio vedervi tutti sorridenti: – saprete cosa metter sotto i denti!
Con un simpatico esperimento, sveleremo il segreto delle irresistibili caramelle frizzanti; andremo inoltre a caccia di amido (uno dei più famosi polisaccaridi del regno vegetale) analizzando alcuni campioni alimentari. Infine, ci divertiremo osservando lo stranissimo comportamento dei fluidi non newtoniani.

Pressione Atmosferica

Perché gli aerei volano?Dipenderà anche dall’aria? Cos’è questo invisibile ed inconsistente miscuglio di gas? Cosa accade ad un recipiente di plastica se facciamo il vuoto al suo interno? Quanti cavalli/alunni serviranno per dividere le Pile de Roma? (versione moderna degli Emisferi di Magdeburgo).
Lasciatevi incantare dalla potenza delle nostre dimostrazioni: attraverso numerosi esperimenti e un’attenta analisi tra cause ed effetti vi mostreremo come l’azione dell’aria che ci circonda sfugge ai nostri sensi.

Elettricità

Come si comportano gli elettroni dentro i fili di rame? Lo scoprirete in questa elettrizzante lezione.

Nulla si crea, Nulla si distrugge

Qui, si fa alta chimica analitica: distillazioni, estrazioni e produzione di idrogeno, il primo elemento della Tavola Periodica. Un’affascinante lezione sulla più famosa legge di Lavoisier, il quale scoprì nel 1789 che, in una trasformazione chimica, la massa dei reagenti è uguale a quella dei prodotti. In altre parole: la materia non si crea, non si distrugge, semplicemente si trasforma. Molto scoppiettante!

La Sostanza dei Sogni

Da quest’anno, il Festival della Scienza in Classeintegra il suo menù scientifico con alcune postazioni letterarie.
Accanto alla postazione sui miti e a quella sul teatro inglese, se ne affiancano altre tre,ciascuna della durata di trenta minuti, che trattano argoemtni specifici ai tre gradi della scuola secondaria di primo grado:
Prime Medie
C’era una volta: da Fedro al manga.
Seconde Medie
Timeo Danaos et dona ferentes: il cavallo di Troia.
Terze Medie
Gernica: un villaggio spagnolo, un capolavoro di Picasso.

Shakespeariana

Una lezione spettacolo sull’Inghilterra elisabettiana e sull’opera del Bardo.

I Miti Naturalistici

Demetra, Dedalo, Prometeo, Eco e Narciso: come gli antichi greci spiegavano i fenomeni della natura.

Vuoi più informazioni?

Se desideri avere più informazioni sulle nostre attività, conoscere le modalità per organizzare una rappresentazione dedicata alla tua scuola/classe, o semplicemente farci una domanda, puoi contattare il numero 06 9407 4004 oppure inviarci una richiesta tramite questo modulo. Ti ricontatteremo prima di quanto pensi!