Il Festival della Scienza in Classe è rivolto a tutti gli Istituti Comprensivi che intendono dedicare un’intera giornata alla Scienza, consentendo così ai propri studenti di immergersi in coinvolgenti esperimenti di biologia, chimica, fisica e matematica.

Derivato dal Picnic della Scienza, del quale conserva tutte le peculiarità, il Festival della Scienza in Classe inoltre offre alle scuole che scelgono questa formula interessanti vantaggi economici ed organizzativi:

  • riduzione del costo del biglietto
  • abbattimento del costo del pullman
  • nessuno spostamento dalla propria sede
  • Durata: 5 ore – ridotto 3 ore

  • Presso: la tua Scuola!

  • Postazioni: 15 postazioni/laboratorio

  • Produzione: Scienza&Scienze di Roberto Mancini

C'è anche un regalo!

Scarica gratuitamente la nostra Tavola Periodica degli Elementi. Bella, colorata e stampabile su un normale foglio A4!

Esperimenti - Postazioni - Laboratori

Acidi e Basi

Definiti il concetto e la differenza tra acidi e basi, si entrerà subito nel gioco e, formate due squadre, i concorrenti dovranno trasformarsi in provetti chimici e collocare le diverse sostanze nella giusta categoria. Sarà poi la cartina di tornasole ad indicare loro, non solo chi ha vinto, ma soprattutto cosa è il pH e quanto sia importante nella vita di tutti i giorni.
Ma perché limitarci alla cartina tornasole? All’interno delle nostre cucine esistono liquidi e polveri misteriose che cambiano di colore a seconda dell’acidità delle sostanze che incontrano. Ed allora, con un po’ di magia chimica, gli studenti scopriranno cosa sono gli INDICATORI e a cosa servono. Quindi, nessun acido o base potrà più sfuggirgli!

Cromatografia

Dimenticando Adamo

La lezione nasce da un’importante mostra di Paleontologia umana e ripercorre la storia dell’evoluzione dell’uomo fino al sorgere e alla diffusione della nostra specie Homo Sapiens. Seguendo un percorso didattico-esplicativo basato sui calchi dei reperti più famosi relativi alle varie tappe dell’ominazione, e su quelli connessi con le loro manifestazioni culturali, vengono qui mostrate le modificazioni che hanno portato all’uomo attuale nell’arco degli ultimi 6-7 milioni di anni, riservando un’attenzione particolare all’uomo di Neanderthal.

Genetica Forense

La lezione avrà come oggetto la biologia forense, ovvero la biologia usata dalla polizia per identificare il colpevole di un reato. In questo campo rientrano: lo studio delle impronte digitali, l’analisi del DNA e l’identificazione mediante le caratteristiche del viso. La lezione si strutturerà così:

  • Le Indagini scientifiche.
  • Studio delle impronte digitali con esperimento.
  • Analisi dei campioni biologici, al fine di ottenere il profilo genetico del campione (DNA). In questa fase gli studenti sono coinvolti in un gioco ispirato alle indagini scientifiche.
  • Identificazione mediante la fisionomia del viso (foto) ed anche, in questo caso, vi sarà un gioco ispirato alle indagini.

Durante la lezione saranno poi usati anche oggetti e materiali adatti per le indagini.

I Cinque Sensi

Un viaggio attraverso gli organi che compongono i sensi e il loro direttore d’orchestra: il cervello.
Che cosa sapremmo del mondo senza i nostri cinque sensi? Nulla! I sensi sono la porta che ci permette di affacciarci sulla realtà e ci permettono di gustare un bel piatto di pasta oppure osservare uno splendido tramonto. Scopriremo insieme quali sono le caratteristiche che riconosce il tatto e come è possibile farsi il solletico da soli. Entreremo nel più grande laboratorio chimico del nostro corpo: il naso mostrando ai ragazzi come i suoi recettori siano in grado di percepire la differenza tra molecole quasi uguali. Parleremo dei cinque gusti fondamentali che la lingua percepisce. Ci addentreremo in un grande occhio ciclopico per vedere la retina e cercheremo di individuare il punto cieco della nostra retina. Proveremo ad ingannare il cervello fino a fare una sfida tra la vista e l’udito. Una lezione interattiva e divertente che ci permetterà di confrontarci con la nostra percezione della realtà.

Il Principio di Archimede

Come fece Archimede a risolvere il problema della corona taroccata che assillava Gerone, tiranno di Siracusa? Cos’è la spinta che riceve un corpo quando è immerso in un fluido? Perché un corpo galleggia ed un altro affonda? Concetti di peso, massa, densità e peso specifico. Grazie all’utilizzo della bilancia idrostatica spieghiamo con un metodo comprensibile a tutti perché un foglio di alluminio affonda ed una gigantesca petroliera è in grado di solcare gli oceani.

La Cellula e il DNA

Siamo partiti dall’atomo, abbiamo attraversato il paese delle molecole ed ora eccoci giunti davanti a questa compressa struttura che è la cellula. Conoscerete gli organismi unicellulari (i batteri) e quelli pluricellulari che lavorano tutti insieme per lo stesso fine (organo). Capirete concretamente come è composta una cellula e soprattutto quanto sia preziosa ed unica la molecola di DNA. Una straordinaria lezione che attraverso un gioco semplice e divertente trasforma gli studenti in veri protagonisti come quando, per esempio, dovranno interpretare una delle fasi relativa alla costruzione di una proteina.

La Luce

Buongiorno, ragazzi. Mi vedete? Certo che mi vedete: sono io che trasporto la luce! Il mio nome è Fotone e nessuno al mondo è più veloce di me. A proposito, sapete cos’è la luce? Voi dite: quando non c’è il buio! Beh, è una buona risposta. Ma la luce è molto, molto di più. Seguitemi ed io vi racconterò quando sono nato, cosa sono e come mi propago. Vi spiegherò perché una matita immersa in un bicchiere d’acqua ci appare spezzata e perché gli specchi riflettono la nostra immagine. Sapevate che ce ne sono alcuni chiamati ustori che riescono a bruciare le barchette di carta, proprio come si racconta che fece Archimede tanti anni fa con le navi romane? Conoscerete il Prisma di Newton e tutti i colori dell’arcobaleno. E, soprattutto, vi presenterò un fantastico modellino dell’occhio con il quale spiegarvi il miracolo della vista. Per finire, vi stupirò con un potentissimo raggio LASER. Dimenticavo di dirvi che conosco delle incredibili illusioni ottiche e alcuni bei giochetti di magia sulla luce che vi lasceranno sbalorditi. In poche parole, in uno sfolgorio di esperimenti, vi illuminerò di luce e di scienza, ideata apposta per voi.

La Miscibilità

I chimici raccontano che il simile scioglie il simile, cioè, potremmo dire: i simili vanno d’accordo. Ma allora, perché l’acqua si mescola con il vino e con l’aranciata ma non si mescola con l’olio, né con la benzina? Vino, olio, benzina, acqua non sono forse tutti liquidi? Definiti polari i liquidi che si mescolano con l’acqua e apolari quelli che con essa non si mescolano, lo scopo di questa dimostrazione è quello di verificare la polarità di alcune sostanze e determinare la loro miscibilità. E non solo: un esperimento per essere esatto deve essere sempre riproducibile, cioè, alla fine, l’esperimento sarà riuscito, se i due diversi esecutori otterranno lo stesso risultato. Ma allora, perché il miscuglio presente nelle due provette, alla fine, presenta fasi opposte? Chi ha sbagliato? Dove è il trucco? Nessuno ha sbagliato e non ci sono trucchi. Un bel rompicapo che per risolverlo bisognerà rispolverare anche il Principio di Archimede e il concetto di densità.

La Molecola dell'Acqua

L’unica formula chimica conosciuta da tutte (o quasi) le persone che abitano su questo pianeta la cui superficie è ricoperta da due terzi di acqua. Dopo un breve ma molto esplicativo viaggio intorno a concetto di materia (molecola, atomo e Tavola Periodica degli Elementi), agli studenti verrà dimostrato scientificamente (grazie alla Macchina di Hoffman) e in modo interattivo che ACCADUEO sta proprio a significare che il volume di Idrogeno è esattamente il doppio del volume di Ossigeno.

L'Elettricità

Struttura dell’atomo, che tutto è tranne che indivisibile.
Cariche negative e cariche positive. Dall’elektron (ambra) all’elettricità. Elettrizzazione per strofinio, induzione e contatto. Conduttori ed isolanti. La conduzione nei liquidi. La corrente elettrica, circuiti elettrici, il corto circuito e le resistenze.
Per questa lezione che si annuncia molto elettrizzante, utilizziamo alcuni importanti macchinari messi a disposizione dal Dipartimento di Fisica della Macroarea di Scienze (diversi magneti, l’elettroscopio a foglie, l’elettroscopio elettronico, vari elettroforo di Volta, Generatore Van der Graaf, circuiti elettrici, vari apparati per la conducibilità).

Nulla si crea, Nulla si distrugge

La Tavola Periodica ci ricorda che in natura esistono 118 Elementi e tutti sono combinati in un miscuglio di sostanze varie che possiamo chiamare composti. L’uomo, all’inizio della sua storia, ha utilizzato per la propria sopravvivenza i materiali più comuni, come li trovava in natura: acqua, pietre, legno. Composti, per l’appunto. Ma durante lo scorrere dei millenni ha imparato ad estrarre dai materiali che aveva a disposizione i componenti che gli servivano. Ha separato il sale dall’acqua marina, il ferro dagli ossidi, le pagliuzze d’oro dalla sabbia. Tutto si trasforma! Qui, si fa Alta Chimica Analitica: distillazioni, estrazioni, cromatografie e produzione del primo elemento della Tavola periodica: l’idrogeno.

Giochi Matematici

Riposti i telefonini in una scatola per non subire la tentazione di trovare in rete le soluzioni delle esercitazioni proposte, gli studenti di questa postazione, con lavoro di squadra,  dovranno risolvere alcuni problemi, quiz e giochi matematici. Tra le classi partecipanti al Festival della Scienza in Classe, quella che risolverà tutti i quiz vincerà un premio messo in palio per la singola giornata.

Ossidoriduzioni

Ma che belle reazione! Una piastra elettrica (l’energia non può mancare), un po’ d’acqua distillata (fondamentale), qualche grammo di indago carmina (il ladro di elettroni), il glucosio (una miniera di elettroni), un po’ di soda (il nostro catalizzatore), tre becher (altrimenti dove?), un termometro (la temperatura deve essere quella giusta) e ecco che si può iniziare con il Semaforo chimico, un esperimento bellissimo che da quindici anni fa innamorare della Chimica intere scolaresche!

Temperatura e Pressione

Perché gli aerei volano? Dipenderà forse anche dall’aria? Ma cosa è questo invisibile ed inconsistente miscuglio di gas? L’atmosfera. Quanto pesa l’aria? Facciamo il vuoto. La dimostrazione degli Emisferi di Magdeburgo sostituiti con Le Pile de’ Roma.

Vuoi più informazioni?

Se desideri avere più informazioni sulle nostre attività, conoscere le modalità per organizzare una rappresentazione dedicata alla tua scuola/classe, o semplicemente farci una domanda, puoi contattare il numero 06 9407 4004 oppure inviarci una richiesta tramite questo modulo. Ti ricontatteremo prima di quanto pensi!